La colpa medica dopo la Riforma Gelli-Bianco ed il suo parametro applicativo: · Le Linee Guida “Certificate”: quale imperizia? · Il Medico non è punibile o non è colpevole? Questioni di diritto intertemporale, profili applicativi e l’importanza della CTU

Il seminario prende in considerazione le motivazioni delle Sezioni Unite la cui sentenza ambisce a fare chiarezza, anche sotto il profilo intertemporale, sul perimetro applicativo del nuovo art. 590–sexies c.p.introdotto dalla legge Gelli-Bianco.

Partendo quindi dal problematico rapporto tra due pronunce della Quarta Sezione ed evidenziandone le principali divergenze si giunge alla soluzione delle Sezioni Unite, soluzione nella quale vengono affermati, come prassi, i principi di diritto in base ai quali “l'esercente la professione sanitaria risponderà, a titolo di colpa, per morte o lesioni personali derivanti dall'esercizio di attività medico-chirurgica: a) se l'evento si è verificato per colpa (anche "lieve") da negligenza o imprudenza; b) se l'evento si è verificato per colpa (anche "lieve") da imperizia quando il caso concreto non è regolato dalle raccomandazioni delle linee-guida o dalle buone pratiche clinico-assistenziali; c) se l'evento si è verificato per colpa (anche "lieve") da imperizia nella individuazione e nella scelta di linee-guida o di buone pratiche clinico-assistenziali non adeguate alla specificità del caso concreto; d) se l'evento si è verificato per colpa "grave" da imperizia nell'esecuzione di raccomandazioni di linee-guida o buone pratiche clinico-assistenziali adeguate, tenendo conto del grado di rischio da gestire e delle speciali difficoltà dell'atto medico”.

In conclusione, si evidenziava come la lettura offerta dalle Sezioni unite: a) conferma che non è invocabile la nuova causa di esclusione della punibilità in alcuna ipotesi colposa connotata da negligenza o imprudenza; b) reintroduce, nei casi d’imperizia, una gradazione della colpa, distinguendo casi e responsabilità, di talché: b1) si risponderà per imperizia sia grave sia lieve allorquando manchino o siano state individuate o scelte erroneamente linee guida o buone pratiche (inadeguate alle specificità del caso concreto); b2) si risponderà solo per imperizia grave nel caso in cui l’errore nell’esecuzione sia accompagnato dalla corretta scelta e dal rispetto di linee-guida o buone pratiche, adeguate al caso concreto, tenuto conto “del grado di rischio da gestire e delle specifiche difficoltà tecniche dell’atto medico”.

L’analisi civilistica prosegue attraverso l’analisi dei profili della responsabilità medica, contrattuale ed extracontrattuale, quella della struttura organizzativa, la carenza organizzativa, il consenso informato e lo stato di necessità. Il seminario termina con l’illustrazione delle tematiche relative alla sicurezza dei pazienti e alla gestione del rischio clinico.

 

TITOLO CORSO ACCREDITATO La colpa medica dopo la Riforma Gelli-Bianco ed il suo parametro applicativo: · Le Linee Guida “Certificate”: quale imperizia? · Il Medico non è punibile o non è colpevole? Questioni di diritto intertemporale, profili applicativi e l’importanza della CTU
TITOLO BREVE  La colpa medica dopo la Riforma Gelli-Bianco ed il suo parametro applicativo
SEDE ROMA
DATA 04/06/2018
ORARIO h. 14.00 - 19.00
INDIRIZZO Presso Teatro Prati, Via degli Scipioni , 98
TARIFFA BASE 25,00
CREDITI FORMATIVI 5
RELATORE Edoardo Mobrici
RELATORE Alessandro Cina
RELATORE Cristina Calabrese
RELATORE Stefano Sabatini
RELATORE Vincenzo Vitalone

Per procedere all'area della Formazione ed iscriversi al corso clicca qui


Fondazione Chirò

Fondazione Felice Chirò

View All Post